Repubblica italiana
via Duca D'Aosta, 65 - 50051 Castelfiorentino (FI) - Tel. +39 0571/633083-4 - Fax +39 0571/633593 - FIIS00200L@istruzione.it - FIIS00200L@pec.istruzione.it




 



SPETTACOLO TEATRALE “LA PICCOLA FIAMMIFERAIA”

  Venerdì 18 dicembre 2015 si è tenuto al Teatro del Popolo di Castelfiorentino lo spettacolo “La piccola fiammiferaia”, predisposto e curato dalla professoressa Daniela Casagli con la collaborazione e la promozione della sezione soci coop di Castelfiorentino. L’intero incasso della manifestazione è andato, tramite la Fondazione “Il cuore si scioglie”, a Dinamo Camp, la famosa Associazione che accoglie bambini ed adolescenti colpiti da gravi malattie per una terapia ricreativa unica nel suo genere.
Lo spettacolo si ispira alla famosa favola di Andersen. La piccola fiammiferaia diventa quindi un simbolo anche per chi nel mondo di oggi è emarginato, ignorato, isolato in una società che tende a chiudersi in se stessa e a privilegiare solo i propri consumi ed una comunicazione astratta e tecnologica, rompendo i rapporti umani e i legami, soprattutto con chi avrebbe più bisogno della solidarietà collettiva.
Il ricavato dello spettacolo è andato appunto a Dinamo Camp, che si occupa oggi di bambini che hanno magari la stessa età della piccola fiammiferaia e che hanno la sventura di dovere affrontare la malattia proprio nel periodo della primavera della vita e che proprio per questo hanno bisogno di conservare come tutti gli altri la gioia, la spensieratezza e i sogni dell’infanzia. Allo spettacolo hanno voluto partecipare talenti come Sara Dei, una straordinaria ginnasta nella veste della protagonista, nomi ormai conosciuti e famosi come il fortunatissimo duo Cecco e Cipo, che proprio agli spettacoli della Festa di Natale dell’Enriques hanno cantato per la prima volta; quello di Elia Pacini, campione mondiale di coppia di electrodance 2012; di professionisti come Federica Franchi e Sandro Brandl con la loro Lily Lifestyle Crew di Oltredanza; di abili giocolieri come Kristian Bici e Sofia Pilloni; di pattinatori dal talento indiscusso come Gianna Sesoldi e Luigi Scaduto e infine dei tanti talenti che frequentano ancora l’Istituto Enriques e sono acrobati, giocolieri, ginnaste , ballerini cantanti. Da segnalare la partecipazione di un’ intera classe, la 4° B di Relazioni Internazionali dell’Istituto Tecnico, che ha realizzato la prima parte dello spettacolo sul tema dell’indifferenza e della Professoressa Patrizia Salerno, impegnata invece nel commovente finale dello spettacolo. Impossibile dimenticare infine il prezioso contributo di Mario Maresca alla creazione di uno splendido video sul backstage e che ha curato la scenografia con appropriate proiezioni.
  L’ottima riuscita dello spettacolo, che ha fatto registrare il tutto esaurito ed ha permesso di donare a Dynamo Camp ben 1.450 euro, ha invogliato la Professoressa Casagli e gli artisti a ripetere l’esperienza. Così, con solo alcune varianti, il 2 marzo 2016 “La piccola fiammiferaia” è stata replicata al Teatro Boccaccio di Certaldo con il fondamentale sostegno dell’amministrazione comunale, della locale sezione soci Coop e del gestore del teatro Mario Lorini. Anche in questo caso il teatro ha registrato un sold out e il ricavato, 1.250 euro, è stato interamente devoluto alle Caritas fiorentine che si occupano della assistenza ai più poveri e ai più emarginati.
Questa è stata la prima volta che uno spettacolo fatto da alunni ed ex alunni dell’Istituto “Enriques” esce non solo dalla scuola ma anche da Castelfiorentino. Il tutto esaurito e gli applausi interminabili di un pubblico entusiasta sono stati il meritato compenso della professionalità, della passione, del talento e dell’entusiasmo con cui la Professoressa Casagli e i suoi allievi ed ex allievi da dodici anni portano avanti iniziative di questo tipo.

LE PHOTOGALLERY DEGLI SPETTACOLI   IL VIDEO   DICONO DI NOI...
18 dicembre 2015   2 marzo 2016     - Natale, all'Enriques lo spettacolo 'La piccola fiammiferaia'
- 'La piccola fiammiferaia'.. Una riflessione sull'indifferrenza
- Guardare al prossimo, con 'La piccola fiammiferaia': gli studenti dell’Enriques per la prima volta al Boccaccio




  Sono passati ormai dieci anni da quando all’Istituto “Enriques” si è cominciato a fare esprimere gli alunni non solo nelle materie tradizionali tipiche di tutte le scuole, ma anche nelle capacità e nelle genialità che ognuno di loro mostrava di avere appena si grattava un po’ sotto la superficie della loro timidezza. Così da allora ogni anno all’avvicinarsi delle festività natalizie è stato organizzato un grande spettacolo in cui decine e decine di alunni prendevano il coraggio a due mani, salivano sul palco ed esprimevano il meglio di sé. I nostri allievi si i sono esibiti quindi nei generi più diversi, dalla danza classica all’electrodance, dal modern jazz all’hip hop, dalla break dance ai balli latino-americani, dalla ginnastica artistica alla recitazione, dalle arti marziali a performances di sbandieratori, dal canto lirico al canto moderno, dalla giocoleria ai brani musicali eseguiti da solisti o da gruppi, da esibizioni di destrezza calcistica a coreografie con il pallone da pallacanestro, dal pattinaggio artistico a brani e canzoni recitati e cantati in lingua inglese, tedesca e francese. Si può con orgoglio affermare che alcuni degli artisti che hanno cominciato a muovere i primi passi in una particolare espressione artistica proprio in questi spettacoli sono poi diventati dei professionisti che si esibiscono regolarmente.

  Silvia Montagnani e Marco Moressa prima, Francesca Chelli e Alessandro Esposito poi (nella foto), sono arrivati a gareggiare a livello nazionale ed internazionale in categoria A per i balli latino-americani.

  Cecco e Cipo che dai loro primi passi, mossi proprio all’Enriques, sono arrivati a pubblicare il loro secondo album. Le loro esibizioni sono numerosissime. Si va dai più grandi locali di musica live della Toscana come la Flog o il Viper, ad un tour che li ha portati a cantare e a suonare in tutta Italia. Nel 2013 hanno vinto il premio rivelazione “Sete Sòis Sete Luas” come miglior gruppo toscano del momento. Per questo sono andati a fare due concerti anche in Portogallo. Hanno appena partecipato alle selezioni di X-Factor e sono stati chiamati a far parte della trasmissione come ospiti fissi per tre mesi a partire da settembre 2014.

  Edoardo Bruni che ha partecipato e parteciperà anche quest’anno alle selezioni per Sanremo Giovani, è stato ammesso alla scuola Nam Bovisa di Milano dove attualmente studia con Giorgio Secco (chitarrista di Eros Ramazzotti, Celentano, Renga, Giorgia). Ha vinto nel 2011 un concorso su Rai1 arrangiando e suonando un brano rap, dove è stato premiato da Maria De Filippi, Mara Maionchi e Peppe Vessicchio.

  Francesco Gioia che ha cominciato a recitare all’Enriques con esilaranti brani di Anna Marchesini o Paola Cortellesi ed è arrivato, dopo una lunga ricerca, a creare il suo personaggio, Madame Divine con il quale ha vinto il titolo di Miss Drag Queen Princess 2013.

  E ancora si sono esibiti alle “Feste di Natale” musicisti come Gabriele Centorbi, Nicoletta Cantini, Stefano Montagnani, Alessio Crocetti che si sono poi tutti diplomati in conservatorio e continuano alcuni solo ad esibirsi, altri anche ad insegnare.

Questo solo per ricordare che in alcuni casi gli spettacoli di Natale sono stati davvero un talent scout ma ci preme di sottolineare l’alto livello della maggior parte delle prestazioni alle quali un numero sempre più elevato di spettatori ha avuto la fortuna di assistere. Tra molte l’esibizione del campione mondiale di coppia 2012 di Electrodance, Elia Pacini, le straordinarie performances di ballerini del calibro di Davide Lopardo, Riccardo Saviozzi o Alice Leoncini, quest’ultima reduce da uno stage al Bolshoi Ballet International, le evoluzioni spettacolari della ginnasta Sara Dei e delle pattinatrici Gianna Sesoldi, Laura Mannucci, Silvia Guidalotti, Denise Damanti, ininterrottamente campionesse regionali dal 209 al 2014, vice campionesse italiane e campionesse italiane UISP.

  Elia Pacini   Riccardo Saviozzi   Pattinatrici   Alice Leoncini   Sara Dei    
                                   


Dall’idea della Festa di Natale è nata un’idea ancora più ambiziosa, lo spettacolo di beneficienza MENO MALE CHE C’E’ IL BENE, realizzato venerdì 11 aprile 2013 nella splendida cornice del Teatro del Popolo di Castelfiorentino e i cui proventi sono stati interamente devoluti a Dynamo Camp.

  L’iniziativa, promossa da Unicoop Firenze tramite la sezione soci di Castelfiorentino con il patrocinio del Comune è stata organizzata dall’Istituto Enriques con i talenti artistici che attualmente frequentano l’Istituto o che lo hanno frequentato negli anni. Si sono quindi alternati sul palco allievi che si sono diplomati anche venti anni fa ma che hanno deciso comunque di dare il loro contributo alla manifestazione, accanto agli allievi attuali in un continuum il cui filo conduttore è stato l’aver qualcosa di bello da esprimere e da mostrare. Lo spettacolo è iniziato con un pezzo teatrale interpretato dagli alunni della 3° B dell’Istituto Tecnico Commerciale (nella foto) sul valore della solidarietà e sul potere quasi taumaturgico che l’amicizia e la “pietas” hanno anche nei riguardi di malattie gravi.

  Il buon incasso dello spettacolo (1.280 euro) è stato devoluto a Dynamo Camp, la struttura di San Marcello Pistoiese alla quale gli studenti dell’Enriques si sono avvicinati grazie ad un soggiorno effettuato in loco dalla 3° B dell’istituto nell’ambito di un progetto finanziato da Unicoop Firenze tramite la Fondazione “Il cuore si scioglie”. Come è noto, Dynamo Camp rappresenta un caso unico in Italia di “terapia ricreativa”, nella quale i bambini con gravi patologie (dai 6 ai 17 anni) possono trascorrere una vacanza “dove la vera cura è ridere e la vera medicina è l’allegria”. Un luogo definito “magico” da molti, nel quale anche i bambini meno fortunati possono trascorrere una vacanza all’insegna della socializzazione e della crescita individuale.


             
    Galleria
immagini
     
             










 
  CSS Valido!
Copyright © 2013 ISIS "F. Enriques" a cura di Andrea Conforti
webmaster@isisenriques.gov.it