Repubblica italiana
via Duca D'Aosta, 65 - 50051 Castelfiorentino (FI) - Tel. +39 0571/633083-4 - Fax +39 0571/633593 - FIIS00200L@istruzione.it - FIIS00200L@pec.istruzione.it

 




Strategies Towards European Plurilingualism





PARTNERSHIP   OBIETTIVI

  I.S.I.S. "F. Enriques"
     
  Otto Hahn Gymnasium
     
  Peebles High School
     
  Vammalan Lukio
     
  Lähte Ühisgümnaasium
  Il progetto intende dare opportunità a studentidai 14 ai 18 anni di poter partecipare nel migliore dei modi in una cornice europea ed acquisire abilità tali da poter sfruttare per futuro impiego all'interno dell'UE. Lo scopo è incoraggiarli ad imparare più lingue straniere e raggiungere il plurilinguismo in situazioni CLIL, per capire gli altri sia sotto l'aspetto linguistico che culturale e sociale.
Attraverso un consolidamento certificabile delle conoscenze linguistiche, acquisterebbe maggior significato per gli studenti vivere e lavorare in ambito europeo. Le conoscenze interculturali acquisite durante il progetto, lavorando insieme, creando materiale, comunicando con gli altri, ospitando altre persone, risulta molto utile per questi giovani quando prendono in considerazione la loro carriera nel lavoro o nello studio.
Questo progetto è basato su metodi quali piattaforma e-twinning, conferenze online, su incontri in presenza nei paesi partner con workshop CLIL-style durante i quali gli studenti e gli insegnanti interagiscono e comunicano in varie situazioni per creare materiale per attività di speaking su vari livelli. Introducendo materiale open source e pubblicando una guida metodologica con la casa editrice Diesterweg, altri educatori potranno trarre vantaggio dal nostro operato e dalla nostra esperienza.






MEETINGS

La cooperazione tra le scuole viene portata avanti attraverso l'interazione in 5 mobilità, scambio di materiale via e-twinning, e-mail, e conferenze online. I meeting sono progettati per fornire situazioni di plurilinguismo in vari campi. Essi rappresentano un buon test per diversi metodi didattici poiché sono allo stesso tempo apprendimento, insegnamento e formazione. Gli studenti partecipanti scrivono un diario o qualcosa di simile per tenere traccia del loro progresso e per usare attivamente espressioni e terminologie del workstay. Le attività effettuate durante i meeting sono parte essenziale del progetto e la loro preparazione ed impatto trovano implementazione nelle attività in classe. I soggiorni con job shadowing sono utili per dedicare più tempo alla osservazione della interazione in attività linguistiche nei vari paesi.



Germania: 24-30 novembre 2015

  All'Enriques è ricominciato un nuovo progetto europeo, dopo la quadriennale esperienza dei Comenius, a suo tempo coordinati dalla Prof. Meacci, e trasformati dall’agenzia europea in Erasmus+. Lo scopo del progetto attuale, che ha come titolo "Strategies Towards European Plurilingualism", è quello di implementare la conoscenza delle lingue europee e favorire l'integrazione tra i paesi. L'Italia è rappresenta dall'Istituto Enriques di Castelfiorentino ed il suo coordinatore è il Prof. Andrea Conforti.

Il giorno 24 Novembre ha avuto luogo la prima Mobilità in Germania, ad Ostfildern, una cittadina vicina a Stoccarda. Sono partiti 6 studenti, Abigail Caponi, Bianca Ceccarelli, Federico Conticelli, Chiara Quercioli, Alessio Tarchi e Glenda Testi, accompagnati dal coordinatore, dalla DS Prof.ssa Patrizia Paperetti e dal Prof. Davide Mecatti.
Durante la loro permanenza, gli studenti hanno sperimentato attività inerenti la differente organizzazione scolastica dei paesi partecipanti - Germania, Scozia, Estonia, Finlandia e Italia - ed hanno posto le basi per il cammino comune previsto dal progetto stesso che terminerà nel 2017. L'esperienza è stata molto positiva sia per gli studenti che per i docenti. A sorpresa, poi, il gruppo dell'Erasmus è stato raggiunto il giorno 27 Novembre dalle Prof.sse Catalina Segui de Vidal (Spagna) e Nadia Meacci, coordinatrici dei precedenti progetti ed ora in pensione, per rivedere tutti i colleghi/amici e per testimoniare la loro vicinanza e continuità tra Comenius ed Erasmus+. La prossima mobilità, prevista per Gennaio 2016, sarà verso la Finlandia.

PHOTOGALLERY




Finlandia: 15-21 gennaio 2016

  Si è da poco conclusa la seconda mobilità nell'ambito di uno dei progetti europei 'Erasmus Plus' in cui è impegnato l'istituto "F. Enriques" di Castelfiorentino. Questa volta il gruppo di studenti e dei loro accompagnatori ha fatto visita ai partner finlandesi, nella località di Sastamala, nei pressi di Tampere.

Dopo l'avvio di novembre 2015, coincidente con il viaggio in Germania, a Stoccarda, e dopo un lavoro in tempi serrati che ha visto gli studenti e i loro insegnanti impegnati nella produzione di materiale in formato digitale e cartaceo ed in varie lingue straniere, una delegazione di 5 studenti e di 2 docenti è partita alla volta del paese di Santa Claus, proprio nel bel mezzo dell'inverno, per continuare l'attività di cooperazione con i comuni obiettivi della valorizzazione della lingua inglese e delle lingue locali, coerentemente con il nome stesso del progetto - Strategies towards European Plurilingualism.
Oltre all'Istituto Enriques, rappresentativo dell'Italia, il progetto vede la compartecipazione di Germania, Scozia, Finlandia ed Estonia. Durante il soggiorno, le delegazioni dei vari paesi hanno visitato i vari tipi di istituzioni scolastiche - dal kindergarten alla scuola superiore ed istituti di formazione professionale - constatandone in loco il loro funzionamento e condividendo lo svolgimento di varie attività didattiche. Da questo appuntamento, è stato ricavato materiale utile per il potenziamento ed il miglioramento delle competenze linguistiche, in preparazione ad eventuali certificazioni su vari livelli. L'attività che verrà svolta in ognuna delle scuole partecipanti al progetto da ora in poi sarà basata sulla produzione di materiale in lingua inglese oltre che nella lingua locale. Lo stesso materiale prodotto sarà condiviso su piattaforma etwinning con la prospettiva di confronti a distanza, con attività di emailing e video-conferenze.
La strada da percorrere è ancora molta, visto che il progetto ha la durata di due anni, e in vista della prossima mobilità in Scozia, che avrà luogo a fine settembre di questo anno, l'istituto conterà molto non solo sul sapere dei suoi studenti, ma anche e soprattutto sul loro entusiasmo e la voglia di imparare e confrontarsi con altri coetanei oltre confine.
Questi i nomi dei partecipanti alla mobilità in Finlandia: insegnanti accompagnatori, Andrea Conforti (coordinatore) e Alessia Pica; gli studenti, Arturo Chiari e Silvia Marzucchi (4D) Cheikh Lo (3D) per l'indirizzo Alberghiero, insieme a Gloria Giovannoni e Silvia Verdiani (4B) per l'indirizzo Professionale di Grafica pubblicitaria.

PHOTOGALLERY




Scozia: 29 settembre - 5 ottobre 2016

  Si è da poco conclusa la terza delle cinque mobilità pianificate nel progetto Erasmus Plus 'Strategies Towards European Plurilingualism', in cui è impegnato l'istituto Enriques di Castelfiorentino. Dopo i meeting in Germania e in Finlandia, è stata la volta della Scozia.

Un gruppo di cinque studenti - Elio Monteverde Sanca, Benedetta Saccoccio, Francesco Bossa, Alice Volpi dell'indirizzo Alberghiero e Niccolò Pecci del Tecnico - accompagnati dal coordinatore, prof. Andrea Conforti, dalla prof. Giada Masserini e dalla dirigente scolastica prof. Patrizia Paperetti, è andato a far visita ai partner scozzesi nella Peebles High School, nei pressi di Edimburgo. In questo istituto e nei dintorni hanno avuto luogo i meeting e le attività insieme alle altre delegazioni provenienti da Estonia, Finlandia e Germania. Gli workshop e le visite hanno avuto come comune denominatore il topic delle scienze, l'ambiente, l'inquinamento, con particolare attenzione all'analisi delle acque. Tali argomenti sono stati analizzati sul background storico-culturale della città di Edimburgo e del territorio circostante, ricco di valli e colline verdeggianti adibite a pascolo di ovini e bovini.
Gli studenti dell'Enriques, insieme agli altri gruppi, hanno inoltre svolto attività improntate sull'apprendimento della lingua inglese, basate sulla preparazione di speaking prompts e sulla cooperazione per la produzione di una brochure sia in inglese che in francese. La mobilità si è conclusa con un happening ricreativo in cui tutti i partecipanti si sono uniti nel festeggiare al ritmo dei balli popolari della Scozia, con un momento dedicato al gruppo Enriques, in cui è stato cantato l'inno d'Italia.
Dopo questa mobilità, che ha riscosso un apprezzamento generale da parte dei gruppi partner e degli ospitanti, l'attività prosegue con la produzione di materiale linguistico da parte degli alunni, coadiuvati dal personale docente e destinato a condivisioni e confronti su piattaforma E-Twinning e video conferenze, che serviranno ad alimentare un flusso continuo di collaborazione a livello internazionale e a preparare il cammino del progetto verso la prossima mobilità che vedrà tutte le delegazioni di Germania, Finlandia, Estonia e Scozia ospiti dell'Istituto 'F. Enriques' a Castelfiorentino, dal 24 al 30 novembre 2016, momento in cui si tratteranno i temi dell'agricoltura e del turismo.

PHOTOGALLERY
ARTICOLO: L’Enriques in Scozia con Erasmus Plus. L’esperienza dopo i meeting in Germania e Finlandia




Italia: 24-30 novembre 2016

  Il progetto Erasmus Plus 'Strategies Towards European Plurilingualism' è giunto alla sua quarta mobilità, e questa volta è stato il turno dell'Italia, rappresentata dall'Istituto 'F. Enriques' di Castelfiorentino. Ospiti della scuola valdelsana sono state le delegazioni di studenti e insegnanti provenienti da scuole della Germania, Scozia, Estonia e Finlandia.

Dal 24 al 30 novembre, in occasione di questo appuntamento, gli studenti italiani e le loro famiglie, insieme ai docenti Andrea Conforti (coordinatore del progetto), Davide Mecatti, Alessia Pica, Giada Masserini e Tiziana Porcino hanno condiviso l'impegno e il piacere di far sentire gli ospiti stranieri 'a casa propria' , oltre ad organizzare una serie di attività basate sulle tematiche del turismo e dell'agricoltura.
Il programma è stato ricco di iniziative volte a far conoscere in modo particolareggiato ed apprezzare il connubio tra storia, cultura, agricoltura e turismo che caratterizzano il nostro territorio. I tour nelle città d'arte (Firenze, Siena, San Gimignano) si sono avvicendati con workshop sulla produzione biologica e biodinamica, la pasta, il gelato, la cipolla di Certaldo, la decorazione della ceramica, la tecnica dell'acquaforte, con la supervisione dell'assessore Francesca Pinochi, accompagnati da storie di illustri figure come Giovanni Boccaccio e Santa Caterina da Siena. Il coinvolgimento è stato a 360 gradi poiché, oltre ad ascoltare le varie spiegazioni e vedere dimostrazioni pratiche, i partecipanti hanno fatto esperienza diretta dei benefici delle terme di Gambassi e del sapore dei prodotti, con degustazioni.
Tutte queste attività sono state effettuate in inglese, come lingua veicolare, confrontato anche con le lingue dei paesi partecipanti. Gli studenti hanno anche svolto attività di speaking presso l'istituto Enriques, con simulazioni e giochi linguistici. All'accoglienza presso la scuola, si sono uniti anche il benvenuto dato dall'Amministrazione Comunale di Castelfiorentino, nella persona dell'assessore alla scuola e attività educative Francesca Giannì, il saluto del Sindaco di Gambassi Terme, Paolo Campinoti, ed il Sindaco di Certaldo, Giacomo Cucini.
L'esperienza appena conclusa, è la quarta delle cinque mobilità programmate nell'ambito del progetto biennale 'Strategies Towards European Plurilingualism', che continua la lunga tradizione iniziata anni fa con i progetti Comenius, all'insegna dell'arricchimento linguistico e culturale e della condivisione di esperienze basate su importanti tematiche (ambiente, agricoltura, turismo, tecniche professionali, scienze, media). Dopo il successo di questa iniziativa, il lavoro prosegue a distanza, in attesa di un ulteriore appuntamento in Estonia, alla fine dell'inverno.

PHOTOGALLERY

ARTICOLI:
Dal Nord Europa in Valdelsa alla scoperta della filiera corta: il progetto Erasmus dell’Enriques
Erasmus Plus, delegazione europea in visita al municipio




ATTIVITA'

Germania
24-30 novembre 2015
  Workshop, formazione, format di test europei, con esperti da istituti di test linguistici europei e con uno o due esperti da TEA Giessen, un centro di professori e docenti di inglese. Situazione di Language immersion Sprachmation company con base in Esslingen, Germania. Questa azienda internazionale è un partner ufficiale della OHG e nel suo vasto dipartimento didattico saranno presentati agli studenti i campi della ingegneria, della meccanica, elettronica e automatioendorf (speaking village) il primo giorno; successivamente, workstay presso la FESTO, in inglese e tedesco.
     
Finlandia
15-21 Gennaio 2016
  Gli studenti faranno esperienza di situazioni CLIL durante i loro workstay in strutture scolastiche. Il finlandese, di cui nessuno ha una conoscenza precedente, si concentra su argomenti base, quali il saluto, parlare di se stessi, il cibo. I docenti accompagnatori degli studenti sopra menzionati fanno job shadowing in Vammalan Lukio, nella scuola media e altre strutture scolastiche e correlate alla sanità per osservare e sperimentare successivamente attività di speaking.
     
Scozia
29 settembre - 5 ottobre 2016
  Campus di studi scientifici dove gli studenti fanno analisi delle acque, studiano problemi di erosione ed ecologici, sviluppo sostenibile. Per offrire una esperienza di lingua straniera anche agli studenti scozzesi, viene incluso un workshop di francese di metà giornata. I docenti accompagnatori degli studenti sopra menzionati discutono le situazioni di speaking del primo anno; vengono preparate simulazioni di esame per la fine dell'anno scolastico. Vengono discussi, migliorati e valutati argomenti su materiale per lo speaking. Gli studenti verranno filmati per documentare le situazioni di speaking.
     
Italia
24-30 novembre 2016
  Gli studenti partecipano a workstays inerenti a turismo, agricoltura, per sperimentare la vita e il lavoro nella Toscana rurale in situazioni CLIL. Negli workshop gli insegnanti completano i contenuti e-twinning, le phrase boxes, gli speaking prompts e i giochi.
     
Estonia
marzo 2017
  Gli studenti lavorano in workshop basati sui media in situazioni CLIL, insieme a esperti della scuola Lähte e della tv locale per produrre il DVD del nostro progetto. Gli insegnanti accompagnano gli studenti sopra menzionati; lavorano sulla valutazione del progetto finale e sugli articoli che pubblicheranno i risultati del progetto. Sarà preparato materiale open source. Saranno effettuate preparazioni ad esami di certificazione linguistica in ambito europeo.















 
  CSS Valido!
Copyright © 2013 ISIS "F. Enriques" a cura di Andrea Conforti
webmaster@isisenriques.gov.it